Duodeno

Chi è il Duodeno?

Duodeno-MM-SIto

INTRATTENIMENTO MUSICALE LIVE

Siamo Manuel Maran e Michela Franceschina, due MUSICISTI e CANTANTI appassionati di musica LIVE e di produzione del divertimento in qualsiasi tipo di festa e manifestazione.
Il DUODENO, fondato nel maggio 1998 da Manuel Maran, è nato come duo vocale ma soprattutto strumentale, che offre da sempre un intrattenimento musicale completo per ogni tipo di evento. Il duo negli anni si è allargato e ristretto ma il comune denominatore è sempre lo stesso Manuel che molti di voi hanno conosciuto ed ascoltato in questi anni.. S
e cercate bene, probabilmente lo trovate anche nei vostri album di nozze!

Con diversi accorgimenti tecnici che riguardano i suoni, le basi riarrangiate e diverse altre intuizioni stilistiche, sono fiero di aver rivoluzionato lo stile del “vecchio” piano bar offrendo musica suonata e cantata dal vivo a 360 gradi, italiana e internazionale, con le maggiori hits dagli anni ’50 ad oggi. L’unico obiettivo è intrattenere e coinvolgere musicalmente qualsiasi tipo di pubblico.

NON siamo due cantanti di KARAOKE e ne siamo fieri! Non cantiamo sterilmente sulle basi. L’intrattenimento parte dalla musica suonata, chitarra, tastiera e voci che secondo noi e per fortuna anche secondo voi, devono dare il valore aggiunto e rendere lo spettacolo il più possibile simile a quello di una band al completo! Anche Michela è un’eccellente pianista.. Dovete ascoltate il nostro sound se ancora non ci conoscete!
Ci divertiamo nel vedervi sorridere quando ascoltate le nostre canzoni leggermente “modificate”, significa che anche voi avete bisogno di staccare la spina e di divertirvi con musica e intrattenimento ad alto livello di spensieratezza!

Insieme vi divertiremo senza limiti geografici tra matrimoni, feste e rassegne di ogni genere!

EVENTI DI OGNI TIPO

Il repertorio che proponiamo è vasto e si adatta ad ogni tipo di evento. Abbracciamo diversi stili musicali e varie epoche, le canzoni Italiane anni ’60 e ’70 che tutti amiamo sempre ascoltare così come tutte le hit straniere che hanno segnato la storia della musica. Il repertorio è davvero a 360°! Pop, rock, jazz, latino-americano, country, balli di gruppo, rock and roll, popolare e dance 70/80!

IMG_1321

IL MATRIMONIO

Abbiamo sempre dedicato particolare cura ed attenzione a questo irripetibile evento seguendo passo per passo tutte le esigenze degli sposi. Durante il l’aperitivo di benvenuto intratteniamo gli ospiti proponendo un repertorio live ricercato ed elegante. Durante il pranzo o la cena solitamente consigliamo un un genere di musica soft per accompagnare il rinfresco e pranzo con rilassanti playlist in sottofondo.
Durante la pausa del sorbetto o dopo la torta la festa può accendersi con la musica revival 70/80/90, dance commerciale, musica rock italiana ed internazionale, balli di gruppo, salsa e merengue.
Ogni brano eseguito si compone di basi ritmiche ma accompagnate sempre da strumenti suonati dal vivo. Il divertimento è assicurato!

PASSIONE PER LO SPETTACOLO!

Per ogni evento mettiamo a disposizione: attrezzature audio e luce LED emozionali, animazione musicale e intrattenimento, personalizzazione totale della colonna sonora dell’evento, professionalità ed esperienza di oltre 18 anni nel settore musica dal vivo e dell’intrattenimento. Se le dimensioni e il tipo di festa lo consentono, disponiamo anche di macchina del fumo e luci strobostropiche per completare l’impatto visivo!

(OTTIMI) MOTIVI PER SCEGLIERE IL DUODENO

1. L’esperienza nell’intrattenimento musicale di FESTE PRIVATE, MATRIMONI, LAUREE, ALLESTIMENTI, COMPLEANNI, INAUGURAZIONI, RICEVIMENTI, EVENTI INTERNAZIONALI, APERITIVI, CENONI, PRANZI E CENE AZIENDALI e qualunque altra tipologia di evento che richieda un accompagnamento musicale originale, con un repertorio LIVE;
2. Gli eventi diventano UNICI E DIVERTENTI: i brani, selezionati tra centinaia di successi italiani e stranieri, appartenenti a varie epoche e stili, soddisfano i gusti più disparati e vengono scelti in tempo reale, in base alle esigenze della serata;
3. La musica è la nostra passione e amiamo quello che facciamo: siamo sempre motivati a intrattenere qualsiasi tipo di pubblico, ciò che conta per noi è che tutti siano soddisfatti e che si divertano;
4. Veniamo incontro alle vostre esigenze e siamo organizzati con tutta la strumentazione adeguata sia per suonare in piccoli che grandi spazi;
5. Siamo geneticamente dei musicisti e non ci improvvisiamo a cantare sulle basi lette da un computer portatile.

TENTATIVI DI COPIA DEL DUODENO

Abbiamo una pazienza infinita: il fatto che ci siano diversi tentativi di copia del Duodeno, nel nome e negli obiettivi, ci rende fieri del nostro prodotto che in ogni caso rimane unico e riconoscibile dal 1998.

ALTRI PROGETTI MUSICALI

Manuel fa parte dei 3 Way Street. Band di musica Folk Rock americano che propone una serie di pezzi dei Crosby, Stills, Nash, Young, Eagles, America, Allman Brothers, Doobie Brothers, Steve Miller Band e molti altri.. Clicca sulla foto per avere maggiori info 🙂


Schermata 2015-09-23 alle 14.24.56

Michela fa parte del Trio Kalliope. Trio vocale che propone un repertorio che spazia dalle colonne sonore al blues, dal “cantautorato” italiano ai grandi successi pop internazionali. I brani proposti sono per la maggior parte a cappella, ma in alcuni si inseriscono anche pianoforte e percussioni. Clicca sulla foto per avere maggiori info 🙂


kalliope miky

Juke Box

Video

DUODENO – PHYSICAL (Olivia Newton John – Live cover) – VIDEO PROMO 2015

 

DUODENO – A TE (Jovanotti – cover)
In occasione del Natale 2015 abbiamo pensato di fare gli auguri di Buone Feste a modo nostro, cantando “A te” di Jovanotti in una versione tutta nostra che in diversi matrimoni di quest’anno ha emozionato sposi ed invitati, ehm.. sinceramente ha emozionato anche noi.. Capirete da soli il perché..
Tutto quello che sentite è interamente cantato e suonato da noi… Questo è il bello del Duodeno 🙂

 

DUODENO – A MODO TUO (Elisa – cover)
Anche nel 2017 abbiamo deciso di fare gli auguri “a modo nostro”.. cantando e arrangiando “A modo tuo” di Elisa! Come sempre, tutto quello che ascoltate è uscito dalle nostre dita e dalle nostre voci! Buon 2017 a tutti da Manuel e Michela…

Manuel Maran

Ridotta Manuel

Classe 1977. 

Tutto é incominciato verso i 4 o 5 anni con una tastierina a due ottave della Bontempi che ho provato a suonare a casa di amici. L’evoluzione negli anni successivi é stata lenta, anzi lentissima. Dalla conquista di nozioni scontate da autodidatta, alle prime lezioni noiosissime e demotivanti di piano classico.

Ho iniziato ad ascoltare prima musica classica con Beethoven e poi i Beatles e John Lennon. Dopo un anno di lezioni, nei giorni degli esami di terza media ho imbracciato la prima chitarra (elettrica), era uno strumento “non male” ma a me piaceva il pianoforte moderno. Nei 5 anni successivi é stato un continuo tormento di compravendite di strumenti e di estenuanti prove con diversi gruppi evanescenti ed inconcludenti, nei quali mi sono cimentato con la chitarra, le tastiere, successivamente il basso e addirittura il canto.

Avvantaggiato dai diversi strumenti ai quali mi sono approcciato, ho iniziato i primi esperimenti di registrazione multi traccia domestica con improbabili collegamenti di apparecchiature amatoriali fino ad avere un mio piccolo ma funzionale studiolo di registrazione, costruito solo per le mie esigenze.

Nel 1998, a 21 anni, ho conosciuto Ivan Nardini con il quale è nato il Duodeno, un sodalizio musicale durato quasi 16 anni. E’ stato un periodo di grande crescita personale. La nostra musica ha toccato tutto il triveneto, innumerevoli volte la Slovenia e l’Austria solo grazie al “passaparola”, senza social network o newsletter a supporto. A fine 2013, il duo si è dilatato in un trio con l’aggiunta di una figura femminile nell’intento di dare un maggiore e migliore impatto. Ivan nel 2014 ha successivamente scelto altre strade musicali, il trio così ritorna ad essere un duo, stavolta però è un duo difficile ed incompatibile sia musicalmente che personalmente. In pochi mesi la figura che avrebbe dovuto dare un valore aggiunto al Duodeno, aveva invece minato la serietà, la serenità e la lungimiranza di un progetto consolidato e riconosciuto da oltre 16 anni, sgretolandone i fondamenti. Tale figura è stata così isolata ed allontanata “non esattamente nei migliore dei modi”. Passati diversi mesi a suonare da solo pur di non ripetere l’errore risolto “appena in tempo”.. Finalmente da marzo 2015 collaboro saldamente con una vera cantante che si è rivelata anche un’eccellente pianista ed arrangiatrice: Michela Franceschina, un’Artista curiosa, precisa, simpatica ed alla mano che fin dal suo esordio al mio fianco ha riscosso enormi e meritati riscontri. Il progetto originale del Duodeno, nato nel 1998, nella fase più decadente del classico piano-bar, ha trovato ottimi consensi per le versioni, i suoni ed il modo di esibirsi particolarmente innovativo e moderno rispetto a quanto si sentiva negli anni precedenti al nostro esordio. La prerogativa è sempre stata quella di dare un’aria scanzonata alle serate senza mai trascurare i lati tecnici strumentali e vocali. Negli anni sono cambiate le priorità del progetto ma gli obiettivi sono rimasti sempre gli stessi.

Per un paio di anni attorno al 2002-2003, ho fatto parte dei “Blue Point Elephant” come tastierista, giocando un ruolo fondamentale per il riarrangiamento dei vecchi pezzi e la produzione di quelli nuovi, oltre ad aggiungere spesso la terza voce alle parti cantate. Abbiamo quindi registrato il “Live Blue”, definito dagli storici seguaci come “il miglior lavoro del gruppo fin dagli esordi”. Nonostante il mio apporto e la propositività durante il periodo di permanenza in questo gruppo, non sono citato in nessun mp3 o biografia sui vari social network.

Contemporaneamente all’esperienza dei Blue Point, ho studiato pianoforte per quasi due anni sotto la guida di Mauro Costantini ed in modo discontinuo per un altri due anni con altri maestri (…).

Dal 2003 al 2013 ho collaborato con un’associazione locale per una decina di colonne sonore ad ornamento di documentari in lingua friulana.

Tra il 2005 e il 2006 ho partecipato ad un corso di tecniche di registrazione e missaggio audio tenuto da Stefano Amerio, professionista della registrazione e produzione, in ambito soprattutto acustico, con il suo studio Artesuono di Cavalicco di Tavagnacco (UD).

Nel 2005 e il 2006 sono anche stati i due anni in cui ho suonato e mi sono davvero divertito come tastierista/cantante con i Boogie Wonderland, quartetto/quintetto di musica disco anni ’70 dove mi sono esibito in diversi locali e piazze della regione con buon successo di pubblico. (Paolo Passador – 1976-2012 – R.I.P.)

Nel 2008 ho collaborato con Melyssa Dori Dye (Boston-USA) per la scrittura di un mio pezzo strumentale al quale lei ha aggiunto le parti vocali intitolato “Love are you somewhere” del quale purtroppo siamo riusciti a registrare solo una bellissima versione “demo” inedita, mai completata ma comunque depositata per il copyright negli USA e successivamente in Italia.

Dal 2009, discontinuamente, studio chitarra ed improvvisazione sotto alla guida del Maestro Raffaello Indri .

Ho composto, registrato, arrangiato e mixato per anni tastiere, chitarre, bassi per i miei pezzi, riuscendo a pubblicare, con la partecipazione economica di alcuni amici, un cd completamente mio (anche nella grafica) nel luglio 2010 intitolato Evolver al quale ho fatto suonare amici e musicisti a me sconosciuti incontrati su Myspace.

Nel maggio 2011, per dare sfogo a nuove strade live e nuove collaborazioni, ho formato un trio completamente acustico con due validissimi ragazzi di San Vito al Tagliamento (PN), Dario Trevisan e Federico Cappai:  i 3 Way Street, con i quali ci destreggiamo con chitarre, basso, armonica e percussioni in un progetto di musica acustica decisamente d’autore. Tocchiamo gruppi e pezzi piuttosto complessi spesso a 3 voci, a volte sconosciuti ai piú: Crosby, Stills & Nash, Neil Young, Eagles, America, Doobie Brothers, Allman Brothers, Poco, James Taylor, Steve Miller, Bob Dylan, Creedence Clearwater Revival ed altri. Abbiamo completato e collaudato l’ampliamento del progetto per poter proporre lo stesso repertorio con la sezione ritmica insieme a Giuliano Checcacci (basso) e Marco Gasparini (batteria), questo per poterci proporre negli ambiti più diversi sempre tenendo ben presente il DNA acustico che ci contraddistingue.

Altri gruppi formati e disciolti per mia mano o altrui, non fanno curriculum e non vado neppure fiero di averne fatto parte perciò me ne guardo bene dal citarli perché in qualche modo significherebbe pubblicizzarli.

Con la massima discontinuità proseguo nella composizione dei pezzi del mio prossimo CD la cui data di pubblicazione è perfettamente sconosciuta, imprevedibile ma soprattutto irrilevante. Sono certo che sarà un buon prodotto, di sicuro più maturo, consapevole e rock di “Evolver” (2010). Nessun altro musicista parteciperà a questo secondo lavoro.

Michela Franceschina

IMG_4893

Ha iniziato a nove anni lo studio del pianoforte sotto la guida del prof. Paolo Scodellaro.

Nel 2009 ha conseguito il Diploma Pedagogico Willems presso il Centro Ricerca e Divulgazione Musicale di Majano (UD), studiando con i professori Franca Bertoli e Ugo Cividino. Da anni collabora con le scuole primarie per progetti di musica ed è insegnante di LSTE, Pianoforte e Canto corale.
Dopo la maturità scientifica, è stata ammessa ai corsi accademici del Conservatorio “J. Tomadini” di Udine, dove ha conseguito con il massimo dei voti la laurea triennale nel giugno del 2012, sotto la guida della prof.ssa Tiziana Bortolin. Nell’ottobre dello scorso anno ha conseguito il Diploma Accademico di II Livello, con il massimo dei voti, discutendo la tesi “CLARA JOSEPHINE WIECK SCHUMANN, Uno scorcio sulla vita di una grande personalità dell’ 800: una donna che ha fatto parlare di sé quale interprete, compositrice, insegnante e moglie”.
Ha partecipato ai Master tenuti dai pianisti M° Daniel Rivera, M°Lukáš Michel, Antoinette van Zabner.

Accanto alla passione per il pianoforte e l’insegnamento coltiva quella per il canto moderno. Dopo aver studiato con Lorena Favot, prosegue gli studi jazzistici con il professor Joe Pisto.

Fa parte del Trio Kalliope (trio vocale femminile) dalla sua fondazione (2010).

Nel 2011 ha vinto il premio della Critica al concorso Nazionale “Percotocanta”, mentre nel 2014 ha vinto il primo premio nella sezione “cantautori” dello stesso concorso.

Ha partecipato a stage sulla scrittura musicale con il cantautore Tony Bungaro, e sulla vocalità con Enrica Bacchia.

Durante il 2014 si è esibita con il gruppo Udine Jazz Collective, coordinato dal professor Glauco Venier, in numerosi concerti in Friuli Venezia Giulia (tra i quali Mittelfest e Udin&Jazz), con musiche di Chick Corea e Frank Zappa.

Il 1 novembre 2015 ha vinto nelle categorie “inediti” e “premio autore controcorrente”, la XI edizione di “Musica Controcorrente”, il Concorso Nazionale della Canzone d’Autore tenutosi al CET di Mogol.

Il 6 ottobre 2017 guadagna il premio della Critica al Festival Della Canzone Friulana 2017 con “Il Cûr”, splendido lavoro in collaborazione con l’autore Nicola Pravisano, e l’arrangiatore Geremy Seravalle

 

Contatti

Contattaci subito e troviamo insieme la soluzione musicale cucita sui tuoi eventi!

 

Manuel Smile

     MANUEL MARAN

     T. +39 328/47.91.549
     manuel@duodeno.it